2019: Oltre i classici buoni propositi

da | 17 Dic 2018

La parola dell’anno per il 2018 è stata “CORAGGIO”.

A dire il vero non è proprio stata scelta consapevole e deliberata  alla fine dell’anno scorso.
E’ stata LEI a trovarmi, quando finalmente mi sono presa il tempo per riflettere su tutti gli avvenimenti di questo faticoso 2018.

Per il 2019 invece voglio essere IO a trovare la MIA parola dell’anno”.

I buoni propositi che si fanno tradizionalmente in questo periodo – “andrò in palestra 4 giorni alla settimana, leggerò 4 libri al mese, non farò più shopping compulsivo e riuscirò a trovare almeno una settimana in estate per riuscire ad andare al mare” – per me non hanno mai funzionato..

Così ho deciso che per il 2019 adotterò una parola.
Sarà parola che vrà un significato speciale per me che mi accompagnerà quotidianamente per ispirarmi e guidare ogni scelta e ogni momento del mio anno.
Insomma, sarà un po’ come il mio faro nella nebbia, quella luce che nel mare in tempesta sembra flebile e poco visibile, ma che riesce comunque ad indicarti la giusta rotta.

Sarà una parola che cercherò di declinare  in ogni aspetto della mia vita e che non sarà solo relativa a 32 Dicembre e ai miei gioielli.
Sarà una parola magica che dovrà spronarmi a cambiare le mie abitudini e i miei comportamenti.
Voglio una parola che mi spinga a superare i miei limiti e che anche mi ricordi la necessità di diventare sempre, ogni giorno, un po’ più migliore di quello che sono oggi.

Per me, essere coraggiosa nel 2018 è stato relativamente facile: io sono sempre stata un cuor di leone, sempre pronta a buttarmi a capofitto, “anima e core” in nuove sfide, nuove situazioni, traslochi oltreconfine, cambi di ufficio, di società e di lavori!

Proprio per questo, per il 2019, voglio trovare una bella parola impegnativa e sfidante e, per non rischiare di lasciarla lì, appoggiata sulla libreria a fare la muffa, voglio anche>trasformarla in un gioiello, in modo da poterla indossare per non dimenticarmela mai e per farla diventare la mia fonte di ispirazione continua.

Così ci ho riflettuto per un po’.
Ci ho rimuginato mentre attraversavo la città per andare al lavoro. Esplorato diverse possibilità persino mentre mi lavavo i denti. E ho trovato parecchie alternative tra cui scegliere, tutte molto valide, ma …
Siccome sono una Bilancia, non riesco proprio a scegliere!!

Allora sono andata a cercare nel sito della splendida Gioia Gottini, che ormai è una esperta di questa pratica, per capire come facesse lei a trovare la sua parola dell’anno.
E proprio nel suo blog ho trovato il link per un piccolo corso (in inglese) di Susanna Conway a cui mi sono iscritta proprio oggi e che non vedo l’ora di iniziare.

E tu?
Come ti stai preparando per il nuovo anno che si sta avvicinando?
Stendi la lista dei buoni propositi e dei desideri da mettere sotto l’albero oppure scegli coraggiosamente un nuovo modo per lasciarti ispirare?

0 commenti